Allergeni

cereales

Un allergene è una sostanza che scatena un’allergia, insieme di reazioni del sistema immunitario dell’organismo a seguito di contatto, ingestione o inalazione in presenza di un allergene alimentare.

Un consumatore che soffre di un’allergia alimentare riconosciuta deve evitare di consumare alimenti contenenti la sostanza che potrebbe causargli dei disturbi più o meno gravi.

 

La frequenza delle allergie alimentari e le loro conseguenze sulla salute hanno portato i poteri pubblici a introdurre misure di informazione per il consumatore.

 

Qualsiasi prodotto contenente allergeni è oggetto di un’etichettatura obbligatoria.

 

Disposizioni regolamentari

Il regolamento (UE) 1169/2011 concerne l’informazione del consumatore sui prodotti alimentari e, in particolare, i suoi articoli 9, 21, 44 e l’allegato II sulle sostanze o i prodotti che provocano allergie o intolleranze. le regole di etichettatura, fra cui quelle riguardanti gli allergeni.

 

Decreto n. 2015-447 del 17 aprile 2015 relativo all’informazione dei consumatori sugli allergeni e i prodotti alimentari non pre-imballati.

 

La DGCCRF (Direzione generale della concorrenza, del consumo e della repressione delle frodi francese) ha aggiornato la tabella seguente degli allergeni alimentari a settembre 2015.

Elenco degli allergeni

Esclusioni

Cereali contenenti glutine (grano, segale, orzo, avena, farro, kamut o i loro ceppi ibridati) e prodotti derivati
  • Sciroppi di glucosio a base di grano, incluso il destrosio
  • Maltodestrine a base di grano
  • Sciroppi di glucosio a base d’orzo
  • Cereali utilizzati per la fabbricazione di distillati o alcol etilico di origine agricola per le bevande spiritose e altre bevande alcoliche
Crostacei e prodotti derivati
Uova e prodotti derivati
Pesci e prodotti derivati
  • Gelatina di pesce utilizzata come supporto per preparati di vitamine o carotenoidi o colla di pesce utilizzata come chiarificante nella birra e nel vino
Arachidi e prodotti derivati
Soia e prodotti derivati
  • Olio e grasso di soia interamente raffinati
  • Tocoferoli misti naturali
  • Fitosteroli e fitosteroli esteri derivati da oli vegetali di soia
  • Estere di stanolo vegetale prodotto da steroli di olio vegetale a base di soia
Latte e prodotti derivati (incluso il lattosio)
  • Siero di latte utilizzato per la fabbricazione di distillati alcolici, incluso l’alcol etilico di origine agricola
  • Lactitolo
Frutta a guscio (mandorle, nocciole, noci, noci di acagiù, di pecan, macadamia, del Brasile, del Queensland, pistacchi) e prodotti derivati
  • Frutta a guscio utilizzata per la fabbricazione di distillati alcolici, incluso l’alcol etilico di origine agricola
Sedano e prodotti derivati
Senape e prodotti derivati
Semi di sesamo e prodotti derivati
Anidride solforosa e solfiti in concentrazioni superiori a 10 mg/kg o 10 mg/litro (espressi come SO2)
Lupini e prodotti derivati
Molluschi e prodotti derivati

 

(Fonte: Le Portail de l’Économie et des Finances)

Il regolamento CE/41/2009 ha definito delle soglie per i prodotti dichiarati “senza glutine” (20 ppm) e i prodotti “a ridotto contenuto di glutine” (100 ppm). Soglie per altri allergeni sono in fase di discussione.

 

CARSO ha sviluppato diversi metodi analitici per analizzare tutti gli allergeni:

  • Metodi immunologici (ELISA)
  • LC-MS/MS
  • PCR